Able to Play

una miniserie che racconta sport e disabilità per Associazione Mazzola

Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

 

Un ragazzo straccia a tennis la sua avversaria; due squadre di pallavolo si sfidano, la rete è bassa e tutti sono seduti a terra; sulla pedana si affrontano due schermitrici, i fioretti sono pungiglioni collegati alle protesi delle braccia; una partita di basket si trasforma in una coreografia spettacolare, che senza sedie a rotelle non avrebbe senso.

 

Queste sono solo alcune delle storie che vogliamo raccontare.

Able to Play è il concept di una serie a puntate brevi, ma con un obiettivo ambizioso: demolire i pregiudizi legati alla disabilità, e in particolare alla disabilità nello sport, dimostrando che tutti siamo capaci di giocare, e che la diversità non è un limite, ma un valore.

 

L’Associazione Mazzola, nell’aprile 2017, ha chiesto alla Scuola Holden di raccogliere la sfida. E noi ci siamo messi in gioco. Il concept è pronto, e anche la sceneggiatura della prima puntata della serie. Non ci resta che cominciare a girare.

 

Able to Play è anche un’applicazione, una piattaforma che coniuga – mappando tutto il territorio italiano – la domanda e l’offerta di sport per disabili.

Questa piattaforma esiste già, e la si può vedere qui.