Missione Egitto 1903 – 1920

Un’avventura archeologica M.A.I. raccontata

egitto_870x490
Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

 

È stata inaugurata l’11 marzo del 2016 la mostra dedicata alle campagne di scavi della Missione Archeologica Italiana (M.A.I.), fondata e condotta da Ernesto Schiaparelli in Egitto tra il 1903 e il 1920.

 

Le scoperte archeologiche di quella missione sono state alla base della formazione della collezione del Museo Egizio di Torino. Nella mostra sono esposti più di 400 oggetti: ci sono reperti, documenti, lettere, filmati, fotografie e manifesti storici.

Per rendere più semplice visitare la mostra, la Fondazione Museo Egizio di Torino ha scelto di accompagnare i visitatori con un’audio guida e ha chiesto alla Scuola Holden di sviluppare un percorso narrativo tra le sale del museo.

 

Oltre ai reperti trovati durante la missione, la storia di quell’impresa viene ricostruita grazie alla documentazione tenuta da Schiaparelli, Marro e gli altri collaboratori. Le foto dell’epoca mostrano le tende nel deserto in cui abitavano gli archeologi, le case degli egiziani, l’area di scavo trasformata progressivamente in un villaggio. Oltre alle foto ci sono diari, lettere e altri scritti: tutto contribuisce a ricreare l’atmosfera dei primi anni del 900 e a riportare in vita i protagonisti stessi della storia.

Per questo motivo è proprio la voce di Ernesto Schiaparelli a guidare i visitatori nel percorso, descrivendo gli oggetti che si trovano nelle teche, e accompagnandoli in un lungo viaggio indietro nel tempo.

 

Alessandro Avataneo è l’autore dei testi dell’audioguida, insieme alla nostra diplomata Michela Marocco, mentre a dar voce allo scienziato è Gianluca Ferrato.