Opening Doors

3 giorni di pitch, 120 talenti

OPENING-DOORS_870X490-px
Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

 

 

L’anno scorso alla Holden ci siamo inventati un finale grandioso per i ragazzi che si diplomano in Storytelling & Performing Arts.

Abbiamo trasformato gli ultimi giorni che passano a Scuola in una rampa di lancio verso il mondo che li aspetta là fuori, un evento speciale in cui raccontare i loro progetti migliori e incontrare professionisti interessati a investire nelle loro idee.

 

Questo fantasmagorico evento dura tre giorni, si chiama Opening Doors, e quest’anno è stato il 26, 27 e 28 maggio.

 

Cosa accade, di preciso, a Opening Doors?

Ogni giornata segue uno schema molto semplice: ci si trova verso le 9, ci si saluta, si dà un’occhiata alla Scuola (se non ci siete mai stati, ne vale la pena). Chi vuole può fare colazione: Lavazza offre il caffè a tutti e c’è qualcosa da mangiare.

La mattina si ascoltano i pitch: ogni allievo ha 5 minuti di tempo per presentare se stesso e la sua idea. Si può scegliere chi ascoltare e spostarsi da un’aula all’altra. Ogni giorno ci sono circa 30 pitch: se siete tipi tosti (o se avete bevuto abbastanza caffè), potrete sentirli quasi tutti.

A metà mattina c’è una pausa (sigaretta, altro caffè, esigenze varie).

Nel pomeriggio, i professionisti possono incontrare a tu per tu gli studenti che gli sono piaciuti. Quello è il momento in cui ci aspettiamo che accada qualcosa di imprevedibile, inedito e sorprendente: perché è nell’incontro con il lavoro che le professioni si creano e, in alcuni casi, si inventano.

Per finire, si conclude con un keynote speech nel General Store, aperto a tutti i presenti. Quest’anno è toccato a Savina Neirotti, ideatrice del Torino Film Lab e mente strategica della didattica Holden, e a Mauro Berruto, ex ct della nazionale maschile di pallavolo e attuale AD della Scuola. L’ultimo giorno c’è stata la consegna dei diplomi con Alessandro Baricco.

 

Questo è più o meno lo scheletro, la struttura generale delle giornate.

Poi, però, immaginate cosa vuol dire trovarsi davanti 120 giovani creativi che hanno intenzione di cambiare il mondo: quantomeno quello del lavoro.

 

 

Qui potete leggere cosa ha scritto Luca Sofri nel 2015 sul suo blog: rende bene l’idea di cosa significhi Opening Doors. Qui sotto ci sono un po’ di foto di quest’anno e, infine, date un’occhiata al video che abbiamo girato. Lacrimuccia nostalgica assicurata!

Ci vediamo nel 2017, gente.

 

 

01 - inizio
02 - pre pre
03 - pre pre
04 - pre
05 - pitchers
06 - pitch
07 - pitch
08 - pitchers
09 - prenotazioni
10 - colloqui
11 - colloqui
12 - colloqui
13 - fuori
14 - speech Savina
15 - speech Berruto
15.1 - diplomi
16 - diplomi
18 - diplomi
19 - diplomi
20 - diplomi
Holden\
Scouting 2016 – I personaggi: College Brand New
02-09-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Linda del College Brand New!

 

Continua a leggere

Scouting 2016 – I personaggi: College Serialità
02-08-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Sebastiano del College Serialità!

 

Continua a leggere

Scouting 2016 – I personaggi: College Reporting
20-06-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Paolo del College Reporting!

 

Continua a leggere