Feltrinelli Pescara – Secondo me è andata così

Corso di scrittura (e riscrittura) sul reportage narrativo

Pescara
Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Quanto più spazio si accaparrano i fatti di una storia, tanto meno ne resta ai loro protagonisti.

Ecco perché oggi il reportage narrativo è un genere che sta avendo sempre più successo. Non ha solo a che fare con una serie di eventi, ma con il modo in cui chi racconta la storia ha vissuto i fatti di cui parla. Questo è quello che cattura il pubblico.
Non si tratta di saggistica né di giornalismo vero e proprio. Somiglia più al tentativo di interpretare ciò che è accaduto, di tracciare paralleli geografico-culturali e, a volte, di azzardare previsioni.
L’obiettivo, ovviamente, è quello di ogni racconto: far volare l’immaginazione di chi guarda o legge la vostra storia. Una cosa che solo l’arte è in grado di fare, e che si impara con fatica.

Durante il corso dedicheremo molto tempo a fare editing sui testi che scriverete: a volte, più che una discussione, potrà sembrare di trovarsi nel bel mezzo di un corpo a corpo tra voi e i vostri compagni di corso, o con il docente. Soprattutto, però, preparatevi a una lotta tra voi e il vostro modo di scrivere.

 

Premessa. Quanto più spazio si accaparra la storia, tanto meno ne resta all’individuo.

Il narratore. Omero, Erodoto, Leskov e gli altri.

Il reportage narrativo. Splendori e miserie di un genere. Letture a confronto.

Il patto autobiografico tra verità e menzogne. Imparare a costruire un libro che sia reportage, diario, cronaca di costume, racconto d’avventura e molto altro ancora.

Alla ricerca del polso segreto dei luoghi. Ogni posto, proprio come le persone, ha un suo stile, un suo clima, una sua individualità che attirano, incatenano e affascinano.

A lezione di umiltà. Accettare il fatto di essere incompetenti e di non aver letto abbastanza. Le culture non si svelano a comando: per capirle occorre una lunga e solida preparazione.

Imparare a lavorare in profondità e non in estensione. Per raccontare non basta carattere, mestiere o un po’ di fortuna; ci vuole tempo. Perché, se compresso, il tempo esplode e ci colpisce con tutta la sua densità.

Scrivere con la luce. La fotografia come strumento integrativo al reportage scritto.

 

Docente

Carlo Spera, dopo essersi diplomato alla Scuola Holden, ha provato a darsi un’inquadrata, con pessimi risultati. L’amore per il reportage continua a spingerlo a partire, soprattutto nei paesi dell’ex Unione Sovietica, mentre l’amore per i libri (ma anche per sua moglie e i suoi due figli) lo costringe sempre a tornare. Finché reggerà, continuerà a fare l’autore, l’editore, il fotoreporter, l’editor, il ghost writer, il grafico editoriale e l’insegnante, per chiunque gli chiederà di farlo. Be’, forse non proprio per chiunque.

 

Quando

Lunedì sera, dalle 17.45 alle 19.45.

13-20-27 aprile; 11-18-25 maggio e 8-15 giugno 2015.

 

Dove

La Feltrinelli Librerie, Via Milano, angolo via Trento – 65100 Pescara

 

Quanto costa

220 € iva inclusa (198€ per chi ha la Carta Più Feltrinelli)

 

Per iscriversi

Compila la scheda anagrafica. Per il pagamento puoi fare un bonifico bancario, oppure usare Paypal.
ATTENZIONE: il pagamento ti verrà richiesto dalla segreteria, una volta raggiunto il numero minimo di iscritti. Non prima.

 

Termine iscrizioni 13 aprile 2015

 

Numero massimo di iscritti 18

 

Per info e contatti, scrivici a corsi@scuolaholden.it,

oppure chiama lo 011 66 32 812.

Holden\
Scouting 2016 – I personaggi: College Brand New
02-09-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Linda del College Brand New!

 

Continua a leggere

Scouting 2016 – I personaggi: College Serialità
02-08-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Sebastiano del College Serialità!

 

Continua a leggere

Scouting 2016 – I personaggi: College Reporting
20-06-2016

scouting-college

 

Quando Andrea Bozzo ci ha mostrato l’illustrazione dello Scouting 2016, la prima cosa che abbiamo detto è stata “wow!”; poi ci siamo fatti una domanda: chi sono questi personaggi? Perciò ci siamo messi a indagare insieme a un gruppo di nostri allievi.
Ecco Paolo del College Reporting!

 

Continua a leggere