Accidenti! Non è più possibile iscriversi a questo corso. Ok, sangue freddo, c’è una buona notizia. Ne abbiamo tantissimi altri che iniziano, uno dietro l’altro. Dai un’occhiata qui. Magari, nel frattempo, trovi qualcosa che ti piace di più. Se invece vuoi rimanere aggiornato su tutte le cose nuove che facciamo a Scuola, ecco il modo più veloce: iscriviti a Glass, la nostra newsletter.

Autobiografia, autofiction e non fiction novel
guardarsi allo specchio, da un genere all’altro

con Iaia Caputo

DAL 10 GIUGNO AL 29 LUGLIO 2020 IN STREAMING  SCRITTURA

Autobiografia, autofiction o non fiction novel: nella storia che hai in mente, in quale genere ti sentiresti più a tuo agio come io narrante?

I recinti del romanzo tradizionale sono saltati e, ormai, sembra che questi siano i modi in cui il nostro tempo ha deciso di raccontarsi. Ci si guarda allo specchio: ebbene, perché no? L’importante, come dice Antonio Pascale, è comprarsi uno specchio più grande, per includere l’altro e gli altri nel proprio discorso.

Stiamo parlando di tre generi che spesso confluiscono uno nell’altro e allora impareremo prima di tutto a distinguerli, leggendo autrici e autori che hanno saputo interpretarli al meglio: dall’autobiografia innovativa di Annie Ernaux a quella autenticamente falsa dell’ultimo Eshkol Nevo. Dall’autofiction di Francesco Piccolo e Rosa Montero alla non fiction di due maestri: Javier Cercas ed Emmanuel Carrère. E naturalmente scriveremo, provando a trovare la nostra singolarissima voce attraverso la loro.

Se hai voglia di partire per questo viaggio, comincia a pensare a una storia: non deve essere necessariamente la tua. Ricordati, se ti è piaciuta la metafora dello specchio, di fare in modo che sia grande abbastanza da farci entrare uno spicchio di mondo. E non restarci troppo a lungo davanti: leggi, leggi, leggi. E poi guardati intorno.

Le lezioni si terranno online, in streaming, in modo da creare una classe virtuale (poi ti spiegheremo come collegarti alla piattaforma); gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione (perché era assente o magari distratto: capita).

IN CATTEDRA

IAIA CAPUTO

Scrittrice, editor e traduttrice, Iaia Caputo ha scritto i saggi Mai devi dire e Di cosa parlano le donne quando parlano d’amore (Corbaccio), Le donne non invecchiano mai e Il silenzio degli uomini (Feltrinelli), e i romanzi Dimmi ancora una parola (Guanda), Era mia madre (Feltrinelli). I suoi libri sono stati tradotti in Spagna, Portogallo, Croazia. Da più di dieci anni tiene corsi e workshop di scrittura e tecniche narrative e di scrittura autobiografica. Questo è il suo sito.

CALENDARIO

Segnalo in agenda

Le lezioni saranno online, in streaming!

Ci si vede dalle 19 alle 21, in questi giorni:

Non avrai mica dei dubbi?

contattaci