Cosa si studia

Il Biennio si apre con Holden Start: nei primi giorni di Scuola tutte le classi di Original e Academy seguono delle lezioni in cui grandi nomi, provenienti da diversi mondi della narrazione, si raccontano. È possibile ascoltare una giornalista raccontare il fronte di guerra da cui è tornata, uno sceneggiatore parlare dell’adattamento dell’ultima graphic novel di Gipi, lo scienziato che ha scoperto il bosone di Higgs, lo stylist dei Måneskin o il vincitore dell’ultimo Premio Strega europeo.

Il loro compito è dare un’idea di cosa voglia dire diventare narratori e narratrici oggi, perché raccontare significa osservare, conoscere, ascoltare, capire e restituire il mondo in una storia, a prescindere dal mestiere che si fa.

Tra il primo e secondo anno, oltre alle lezioni dei College si segue una settimana di workshop immersivo: si tratta di Masterclass con ospiti speciali che servono ad allenare il pensiero, mappare territori nuovi, trovare ispirazioni impreviste.

I Curriculum, invece, sono lezioni tecniche per migliorare le proprie capacità pratiche e padroneggiare strumenti e programmi come Audience Design, InDesign, Photoshop, la scrittura SEO.

Durante l’anno si hanno a disposizione anche i Gettoni: si tratta di progetti speciali, limitati nel tempo, che corrono paralleli al percorso del College e alla consueta vita di classe. A volte si lavora con un committente esterno, che chiede di poter collaborare con gli studenti della Holden per ideare qualcosa di nuovo. In altri casi, è la Scuola stessa che propone e organizza attività dedicate a pochi allievi selezionati. I Gettoni si vincono, non sono ad accesso libero. 

Al secondo anno, i ragazzi e le ragazze di Original lavorano al loro progetto finale. A giugno il biennio si chiude con le giornate di Opening Doors, un momento in cui editori, produttori, agenzie di comunicazione e media sono invitati a Scuola ad ascoltare i lavori finali: l’occasione irripetibile di incontrare un mondo di professionisti interessati a investire in nuovi talenti, nel loro sguardo e nelle storie che sanno immaginare.

TEAM DIDATTICO

Federica Manzon
Direttrice didattica Original

Autrice dei romanzi Come si dice addio (Mondadori), Di fama e di sventura (Mondadori; Premio Rapallo Carige per la Letteratura Femminile e Premio Campiello Selezione Giuria dei Letterati), La nostalgia degli altri (Feltrinelli), Il bosco del confine (Aboca). Ho curato l’antologia I mari di Trieste (Bompiani). Ho lavorato come editor di fiction italiana e straniera per Mondadori, sono consulente per la narrativa straniera dell’editore Crocetti. Collaboro con alcune testate tra cui Il Piccolo, Internazionale, TuttoLibri.

Diletta Meoni
Organizzazione didattica Original

Mi sono diplomata in sceneggiatura seriale e cinematografica alla Holden nel 2018 e ho ottenuto una certificazione internazionale e professionale del Programma per Showrunner condotto da Neil Landau, in collaborazione con la UCLA. Da allora, insieme al mio collettivo di sceneggiatori, ho lavorato per Kilimangiaro in onda su Rai 3, per Sky Cinema e Sky Sport e sono nel direttivo artistico di Busa Film Fest. Ho fatto parte del team Scouting della Holden, dove tutt’ora lavoro, tenendo a mente la rilevanza di imparare a pensare.

Mattia Zuccatti
Organizzazione didattica Original

Ho frequentato la Holden nell’ormai leggendaria palazzina liberty di Corso Dante. Prima di appendere la tastiera al chiodo, ho pubblicato racconti per Watt, Linus, Repubblica e un paio di antologie. Da anni mi occupo della Didattica del Biennio, dove ho lavorato come tutor e docente. Per un periodo mi sono anche occupato di Writing Coach e ho curato una rubrica di narrazioni brevi per Playboy Italia.

Per ogni dubbio

rispondiamo qui