Dojo
La via della scrittura

sensei: Francesco Pacifico, Matteo De Giuli, Francesco Guglieri
ospiti speciali: Teresa Ciabatti, Tiziano Scarpa, Alessandro Piperno

A TORINO

SCRITTURA E LETTERATURA

3 WEEKEND

DAL 5 NOVEMBRE 2022 AL 15 GENNAIO 2023

290 EURO, IVA INCLUSA | WEEKEND SINGOLO

690 EURO, IVA INCLUSA | 3 WEEKEND

In giapponese, dojo significa “luogo in cui si segue la via”. È lo spazio in cui ci si allena, ma è anche il simbolo del legame profondo che gli allievi instaurano con l’arte marziale che stanno imparando. È un luogo di isolamento e meditazione, di concentrazione, amicizia e rispetto, è il simbolo stesso della “via” da seguire.

Questo Dojo sarà un laboratorio intensivo dedicato alla scrittura letteraria e divulgativa, ma anche uno spazio dove potersi esprimere e sottoporre il proprio lavoro a una platea di espertə e professionistə.

Nei tre fine settimana ci si potrà dedicare alla scrittura con la guida di tre saggi sensei dell’editoria: Francesco Pacifico, Matteo De Giuli e Francesco Guglieri. Verranno create classi piccole, di massimo 20 persone, così che ognunə possa ricevere la giusta attenzione. In più, ci saranno tre ospiti speciali: Teresa Ciabatti, Tiziano Scarpa e Alessandro Piperno, che approfondiranno i punti di contatto tra la letteratura e l’autobiografia (Ciabatti), l’invenzione (Scarpa) e la famiglia (Piperno). Ogni sabato sera, infine, si darà spazio e voce allə partecipanti, che potranno salire sul palco durante un open mic e saranno invitatə a leggere i loro scritti per ricevere commenti dai maestri del corso e da altrə addettə ai lavori.

Seguire la via della scrittura richiede disciplina e convinzione. Come altre scelte nella vita, molto dipende dalle persone che ci circondano e che possono darci una mano. Ma determinante è pure l’atteggiamento mentale con cui ci si mette a scrivere: non come fosse una lotta, ma una pratica da seguire. Questo Dojo è pensato proprio per questo.

PROGRAMMA

Scrittura e vita
con Francesco Guglieri e Teresa Ciabatti

Vita e scrittura sono avviluppate come un vampiro e la sua vittima: ma chi è il vampiro, chi si nutre di chi? Teresa Ciabatti ha fatto del rapporto ambiguo, vertiginoso, creativo tra scrittura e vita il cuore pulsante delle sue opere. I suoi romanzi, le interviste e i reportage si muovono sui bordi taglienti del contemporaneo, tra scritture sempre più impregnate di «vero» e vite sempre più intrecciate di finzione e narrazione. Con lei si imparerà a usare il materiale che la vita nostra o altrui ci offre, a capire cosa sia interessante e cosa banale, per provare a trasformarlo in letteratura.

Bibliografia

  • La più amata, Teresa Ciabatti (Mondadori)
  • Sembrava bellezza, Teresa Ciabatti (Mondadori)
  • Vite che non sono la mia, Emmanuel Carrère (Adelphi)
  • Lo stadio di Wimbledon, Daniele Del Giudice (Einaudi)
  • L’anno del pensiero magico, Joan Didion (il Saggiatore)
ISCRIZIONE WEEKEND 1

Scrittura, invenzione e parole
con Matteo De Giuli e Tiziano Scarpa

In un panorama letterario dominato da reportage e auto-finzioni, ci sono ancora romanzi che non si arrendono al realismo e credono ancora che la parola abbia la forza di creare mondi e generare immagini, di venire prima delle cose. Tiziano Scarpa è uno scrittore dall’invenzione perpetua, ha pubblicato romanzi, favole, poemetti, componimenti poetici, programmi radiofonici, libretti per opere liriche, sceneggiature per fumetti, testi teatrali. Con lui si proveranno a delineare i misteriosi meccanismi dell’invenzione letteraria e le leggi della narrazione, esplorando le mille possibilità del lessico, l’energia che può scatenare la parola quando è posta al comando e non è messa al servizio di quello che accade. Quando riesce a discostarsi dall’uso quotidiano, liberandosi del rumore della realtà.

Bibliografia

  • Kamikaze d’occidente, Tiziano Scarpa
  • Stabat Mater, Tiziano Scarpa
  • Venezia è un pesce. Una guida, Tiziano Scarpa
  • Groppi d’amore nella scuraglia, Tiziano Scarpa
  • La penultima magia, Tiziano Scarpa
ISCRIZIONE WEEKEND 2

Scrittura e famiglia
con Francesco Pacifico e Alessandro Piperno

È uno dei primi argomenti di cui si scrive, a volte è il motivo per cui si comincia a scrivere. Come si raccontano intrecci familiari complessi? Come si fa a scrivere della famiglia mentre è ancora presente nelle nostre vite, e ci assedia dal passato e nel presente? Alessandro Piperno è forse lo scrittore italiano del ventunesimo secolo che più ha ragionato sulla famiglia: l’infanzia, i genitori, i rapporti tra fratelli, l’eredità e la voglia di scappare, la nostalgia e l’irritazione perenne. L’ha fatto sia in maniera intima, psicologica, che prendendo dal romanzo sociale, soprattutto francese e americano. Ci faremo raccontare come si stipa in un libro una famiglia, come si architetta una saga, come si fanno incontrare e scontrare le generazioni.

Bibliografia

  • Il fuoco amico dei ricordi, Alessandro Piperno (Mondadori)
  • Di chi è la colpa, Alessandro Piperno (Mondadori)
  • La resa dei conti, Saul Bellow (Mondadori)
  • Pastorale Americana, Philip Roth (Einaudi)
  • Dalla parte di Swann, Marcel Proust (Mondadori)
ISCRIZIONE WEEKEND 3
percorso completo

CALENDARIO

Le lezioni saranno alla Holden, in questi giorni e orari:

COME ISCRIVERSI

COSTO

290 euro | weekend singolo
690 euro | 3 weekend

QUANTE PERSONE

20 | al massimo

Ci si può iscrivere ai singoli weekend usando i bottoni che si trovano alla fine dei programmi.
Oppure si può scegliere di seguire il percorso completo cliccando sul tasto qui sotto.
Si può pagare con carta di credito, PayPal, Satispay, oppure fare un bonifico.

PERCORSO COMPLETO

Per ogni dubbio

rispondiamo qui

IN CATTEDRA

FRANCESCO PACIFICO

Scrittore, ha pubblicato i romanzi Il caso Vittorio (minumum fax 2003), Storia della mia purezza (Mondadori 2010), Class (Mondadori 2014, tra i libri scelti nel 2017 dai critici del New York Times), Le donne amate (Rizzoli 2018). Ha scritto i saggi Io e Clarissa Dalloway (Marsilio 2020) e Seminario sui luoghi comuni (minimum fax 2012). Ha fondato la rivista Il Tascabile di Treccani, è stato caporedattore di Nuovi Argomenti, scrive su La Repubblica, Domani, Rolling Stone, la rivista americana n+1 e l’inglese New Left Review. Fa parte del comitato editoriale del Salone del Libro di Torino. Conduce il podcast di interviste Archivio Pacifico. Ha tradotto numerosi autori stranieri, tra cui Francis Scott Fitzgerald, Ralph Ellison, Kurt Vonnegut, Dave Eggers, Hanya Yanagihara, Henry Miller, Chris Ware e Matt Groening.

MATTEO DE GIULI

Senior editor del Tascabile di Treccani, scrive per diverse riviste culturali, cartacee e online. Ha collaborato con Rai3 e Radio3. Con Nicolò Porcelluzzi ha curato il volume Clima, Storia e Capitale di Dipesh Chakrabarty (nottetempo 2021) e ha scritto il saggio narrativo Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) (Not, NERO editions 2021).

FRANCESCO GUGLIERI

Editor di Einaudi, si occupa di narrativa straniera, di narrative non-fiction italiana e straniera e della collana dei Quanti. Tra le altre cose, è autore per Laterza del libro Leggere la terra e il cielo e della postfazione a Cyberpunk. Antologia assoluta per Mondadori. Collabora col quotidiano Domani. Suoi articoli sono usciti su La Repubblica, il Venerdì, IL del Sole 24 Ore, doppiozero, il Tascabile, Rivista Studio e altre riviste e giornali. Questo è il suo sito.

TERESA CIABATTI

Tra i suoi romanzi: La più amata (Mondadori), finalista Premio Strega 2017, miglior libro italiano dell’anno – Classifica di Qualità, La Lettura e Corriere della Sera; Sembrava bellezza (Mondadori), candidato al Premio Strega 2021, miglior libro italiano dell’anno-Classifica di Qualità, La Lettura e Corriere della Sera. I suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Olanda, Brasile. Collabora con Il Corriere della Sera, La Lettura e 7.

ALESSANDRO PIPERNO

Insegna letteratura francese a Tor Vergata. È curatore della collana I Meridiani. Collabora con Il Corriere della Sera. Nel 2005 ha pubblicato per Mondadori Con le peggiori intenzioni, il suo primo romanzo, vincitore del premio Campiello Opera prima. Nel 2010 è uscito da Mondadori Persecuzione (che in Francia è stato finalista ai premi Médicis e Femina e ha vinto il Prix du meilleur livre étranger) e che, insieme a Inseparabili (premio Strega 2012), dà vita al dittico dal titolo Il fuoco amico dei ricordi. Nel 2016 è uscito Dove la storia finisce. È autore inoltre di vari saggi.

TIZIANO SCARPA

Ha pubblicato romanzi, raccolte di racconti, saggi, poesie e testi teatrali. I suoi libri più conosciuti sono il romanzo Stabat Mater (Einaudi, 2008; premio Strega 2009), il poema Groppi d’amore nella scuraglia (2005), gli aforismi Corpo (2004), la guida Venezia è un pesce (Feltrinelli, 2001; la nuova edizione ampliata è del 2020). Negli ultimi anni sono usciti i romanzi La penultima magia (Einaudi, 2020), Il cipiglio del gufo (Einaudi, 2018), Il brevetto del geco (Einaudi, 2016). Fra le più recenti raccolte di poesia, Le nuvole e i soldi (Einaudi, 2018) e Una libellula di città e altre storie in rima (minimum fax, 2018). I suoi libri sono tradotti nelle principali lingue europee, e in cinese, giapponese, russo, arabo, ebraico, turco. Ha collaborato con molti giornali, e ha ideato e fondato le riviste-sito Nazione indiana nel 2003 e Il primo amore nel 2006.