PALESTRA

Inventario

con Mari Accardi

DAL 21 MARZO AL 16 MAGGIOA TORINO  CREATIVITÀ

Raccontare se stessi attraverso parole e disegni

Questo percorso è aperto a chiunque voglia raccontare una storia usando il proprio vissuto come punto di partenza. A chi già scrive, ma non ha ancora trovato uno stile personale o vive un momento di blocco. A chi ha sempre voluto scrivere, ma non ha mai osato. E a chi, semplicemente, ha voglia di conoscersi meglio, giocando.

Sarà molto più pratico che teorico, gli esercizi serviranno a tirare fuori il materiale narrativo che poi verrà selezionato, ordinato, “contaminato” con il materiale degli altri ed espresso in un racconto finale che chi vorrà potrà anche illustrare. Non è necessario saper disegnare, basta essere disposti a farlo. Come sosteneva anche Flannery O’Connor: il disegno costringe a osservare le cose. Spesso è il nostro critico interiore che ci impedisce di esprimerci in forma artistica. Lo scopo è imparare a gestirlo. Per scrivere ci vuole disciplina, sì, ma anche gioia e libertà di sbagliare.

In ogni lezione analizzeremo diverse forme di narrazione autobiografica: romanzi, dipinti, poesie, fumetti, fotografie, perfino musei. Ci lasceremo ispirare da Lynda Barry, Nino Vetri, Laura Lamanda, Roz Chast, David Sedaris e molti altri. Non imparerete a scrivere, scriverete. Non ci sarà un prontuario di regole prestabilite, ognuno troverà le proprie (e poi, ci si augura, verranno trasgredite).

 

In ordine sparso, questo è il programma

  • Presentazioni: autoritratto lento e veloce
  • Racconto epistolare: cambiare tono
  • Punto di vista: io divento te
  • Incipit: il dettaglio da cui tutto parte
  • La mia vita è un museo: raccontarsi attraverso gli oggetti
  • Dove ti riportano i 5 sensi
  • Affidare le emozioni alle immagini: il surreale nella vita quotidiana
  • Andare al cuore della storia

Cosa portare

  • Un quaderno non troppo piccolo (a righe, a quadretti, con le pagine bianche, come preferisci)
  • Una penna
  • Una matita
  • Un pennarello nero
  • Una gomma
  • Il computer? No, quello non serve!

IN CATTEDRA

Mari Accardi

è l’autrice de Il posto più strano dove mi sono innamorata (finalista al Premio Settembrini) e Ma tu divertiti, entrambi pubblicati da Terre di Mezzo Editore. È stata selezionata da Granta Italia per il numero 3 e da Violetta Bellocchio per l’antologia non-fiction Quello che hai amato. Suoi racconti sono presenti in molte riviste italiane e straniere. Si è diplomata alla Holden nel 2006, ha frequentato il corso di sceneggiatura Rai Script e corsi di illustrazione con Anna Castagnoli e Fernando Cobelo. Ha girato l’Europa lavorando a teatro e traducendo libri per ragazzi. Per molti anni ha raccontato l’Italia, e in particolare la Sicilia, ai turisti americani. Adesso insegna.

CALENDARIO

Segnalo in agenda

Il giovedì sera, dalle 19 alle 21

COME ISCRIVERSI

Tutto quello che devi fare

COSTO

260 | euro

QUANTE PERSONE

20 | al massimo

ULTIMI POSTI

iscriviti ora!

La Segreteria ti avviserà se raggiungeremo il numero minimo di partecipanti e quando pagare: potrai farlo da casa con bonifico bancario o Paypal, oppure a Scuola con carta di credito o bancomat.

iscriviti

Non avrai mica dei dubbi?

contattaci
2019-03-14T16:55:52+00:00