Morsel presenta:
Compagni di sbronze

gli eventi di

con il Patrocinio di

PROSSIMAMENTE!  IN STREAMING CIBO & STORIE

Un bar è un posto dove si incrociano persone, chiacchiere e buon vino e dove, se è un buon bar, si ascoltano buone storie. Bartleby fa tutte queste cose: anche adesso che non ci si può incontrare di persona!

Morsel, bocconcini di storie sono incontri in cui si parla di letteratura, teatro, musica, cultura pop e arte di tutte le epoche: l’obiettivo è conoscere persone interessanti e avere la scusa per bere e mangiare qualcosa di buono, insieme. Compagni di sbronze è un’edizione speciale di Morsel: ci si vede in streaming invece che al bar, e si parlerà di tutto quello che avreste sempre voluto sapere su… qualunque cosa (più o meno) e non avete mai osato chiedere.

Le regole del gioco sono poche e semplici: appuntamento in Hangout, in orario aperitivo (dai, sappiamo che l’avete già fatto almeno una volta con gli amici, in questa quarantena). Saremo in pochi: una ventina di persone al massimo, perché non diventi una ressa di cacofonie audio. Ogni volta avremo due ospiti speciali che si confronteranno su un tema che gli sta particolarmente a cuore e, alla fine, microfoni aperti e via libera alle chiacchiere e alle domande.

Ma tutto questo, a becco asciutto? No: grazie a Eataly e Avidano, chi si iscrive riceverà uno sconto per comprare vino, birra, sfizi, dolci e tanto altro – insomma lì poi decidete voi. Se già che ci siete volete fare la spesa e siete a Torino, Milano o Roma, potete farvela arrivare a casa con Eataly Today. Per il resto d’Italia, invece, c’è lo Store Online di Eataly.

Chi è di Torino, in aggiunta, avrà uno sconto sui dolci della pasticceria Avidano (sì, ci mancano un sacco le sue colazioni e le merende da Bartleby: per fortuna, nell’attesa di rivederci al bancone, possiamo consolarci andandolo a trovare nelle sue pasticcerie di Chieri e Torino).

COMPAGNI DI SBRONZE: I PREMI LETTERARI

con Filippo Tapparelli e Domitilla Pirro

Come si vince un premio letterario? C’è chi lotta per anni per riceverne uno e – mannaggia – al momento buono c’è sempre qualcun altro che gli soffia il posto (e non solo in campo letterario: Leo DiCaprio e la saga degli Oscar, remember? Ha dovuto farsi sbranare da un orso, quell’uomo). C’è chi lo vince alla fine di una carriera sfolgorante e chi lo vince dopo aver lavorato una vita in sordina, quasi nell’ombra. Ci sono anche quelli che vincono premi letterari senza rientrare nel classico schema “mansarda umida-macchina da scrivere-pipa-spleen baudelairiano”, come Dario Fo e Bob Dylan.

E poi ci sono quelli che di mestiere fanno tutt’altro, un giorno decidono di scrivere e sbam: al romanzo d’esordio sbancano il tavolo. Filippo Tapparelli è uno così: nella vita ha fatto l’artista di strada, l’istruttore di scherma, il kiter e il pilota di parapendio. L’inverno di Giona è il suo primo romanzo e si è aggiudicato la XXXI edizione del Premio Calvino. Uno così lo puoi solo amare o invidiare, no? Be’, venite a conoscerlo: gli faremo confessare tutti i suoi segreti. Male che vada, lo sfideremo a duello col fioretto!

COME ISCRIVERSI

Tutto quello che devi fare

Ogni evento è gratuito e a numero chiusissimo: ci si prenota. Inutile dirlo, l’incontro è esclusivamente live: se te lo perdi, te lo perdi. Non si replica né si registra. Se siete un piccolo gruppo, potete anche prenotarvi insieme – ma non fate i timidi: i posti sono solo 20, ed è bello conoscere gente nuova! Quanto dura? La chiacchierata iniziale circa un’ora, e poi via libera alle domande.

QUANDO

8 luglio | ore 19.00

QUANTE PERSONE

20 | al massimo

COSTO

zero | è gratis!

Compagni di sbronze: i premi letterari è fra noi: in guardia!

Clicca sul tasto qui sotto per iscriverti via Eventbrite.

Ai fortunelli che parteciperanno arriverà una mail
con tutte le istruzioni e i buoni sconto di Eataly e Avidano.

Ci vediamo presto!

iscriviti

Non avrai mica dei dubbi?

Ci trovi al 388 8916424, oppure:

contattaci