Accidenti, le iscrizioni sono chiuse. Ci sono tantissimi altri percorsi che iniziano, però, e si trovano qui. Per rimanere aggiornati su tutto quel che succede a Scuola, invece, il modo più veloce è Glass, la nostra newsletter.

Raccontare lo sport

con Mauro Berruto

DAL 25 MAGGIO AL 29 GIUGNO 2021 IN STREAMING  STORYTELLING

Lo sport è, da sempre, palestra di vita e terreno privilegiato da cui scaturisce la narrazione. “Non sono stati certo i miei insegnanti a farmi amare Pablo Neruda e Federico García Lorca. È stato uno strepitoso goal al volo, nell’incrocio dei pali”, scrive Mauro Berruto nel suo libro Independiente Sporting.

Vincere la paura dell’avversario, battersi lealmente, superare i limiti, imparare a vincere e a perdere, appassionarsi alle imprese di atleti che diventano eroi ed esempi di forza, costanza e resistenza, capaci di grandezze impensabili e, a volte, di cadute mirabolanti. Lo sport è una metafora capace di trasportarci al cuore dell’esistenza, ed è per questo che sta al centro di infinite narrazioni, da Omero fino ai giorni nostri.

In questo percorso Mauro Berruto, affiancato di volta in volta da giornalisti, scrittori, editori e autori televisivi, parlerà di come si può raccontare lo sport da ogni punto di vista e con i mezzi più diversi. In letteratura, nel giornalismo, al cinema o in TV, attraverso inchieste e documentari, o con podcast radiofonici, ogni strada possibile verrà mappata.

Le lezioni si terranno in streaming, in modo da creare una classe virtuale; gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione (perché era assente o magari distratto: capita).

PROGRAMMA

special guest: Paolo Condò
  • 1° tempo: I maestri, dall’inizio. L’Agone Omerico e i classici.
  • 2° tempo: La narrazione sportiva a tutto campo: dalla carta stampata alla televisione.
special guest: Jvan Sica
  • 1° tempo: I maestri, l’Italia. Buzzati, Montanelli, Arpino, Brera, Mura.
  • 2° tempo: Cercare le storie e narrarle: il blog, i social e un po’ di letteratura.
special guest: Fabio Fanelli
  • 1° tempo: I maestri. Il Sud America. Soriano, Gabo, Galeano, Bolaño.
  • 2° tempo: La sceneggiatura, il documentario, il docu-film.
special guest: Federica Seneghini
  • 1° tempo: I maestri. Cos’è lo sport? Da Roland Barthes a Desmond Morris.
  • 2° tempo: Alla ricerca delle fonti: l’indagine giornalistica e lo sport al femminile.
special guest: Isabella Ferretti
  • 1° tempo: I maestri. Usa e mondo anglosassone. Eig, Finnegan, Hornby, Pitch.
  • 2° tempo: L’editoria e letteratura sportiva, fra fiction e non-fiction.
special guest: Michele Dalai
  • 1° tempo: I maestri. Il racconto orale, dal “relato” di Victor Hugo Morales a Gay Telese.
  • 2° tempo: La voce, il podcast, la radio.

IN CATTEDRA

MAURO BERRUTO

È stato CT della nazionale maschile italiana di pallavolo (2010-2015), medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Dopo aver allenato prestigiosi club in serie A1 in Italia e Grecia, la nazionale finlandese e quella azzurra, è diventato AD della Scuola Holden e poi Direttore Tecnico delle squadre nazionali olimpiche di Tiro con l’Arco. Inspirational speaker e formatore per il mondo dell’impresa, ha scritto due romanzi, Andiamo a Vera Cruz con quattro acca (Bradipolibri) e Independiente Sporting (Baldini+Castoldi) e il saggio Capolavori. Allenare, allenarsi, guardare altrove (add editore), che è diventato una lecture andata in scena in molti teatri d’Italia. Oggi è giornalista, editorialista per Avvenire e Il Foglio Sportivo, docente e formatore di corporate storytelling e maestro, nel percorso Academy della Holden, della disciplina Instabilità.

Paolo Condò

Giornalista professionista dal 1983, ha iniziato la sua carriera al Piccolo di Trieste e poi è andato a Milano per la Gazzetta dello Sport nel 1984, dove ha lavorato per 31 anni coprendo da inviato 7 Mondiali, 5 Europei, 2 Olimpiadi estive, 10 finali di Champions League, 8 Giri d’Italia e numerose altre manifestazioni. Nel 2015 è passato a Sky Sport come talent per gli studi di campionato e di Champions League, e si è occupato di interviste agli allenatori per la rubrica Mister Condò. Ha continuato a scrivere per la Gazzetta fino al 2020, quando è passato a Repubblica come articolista. Collabora anche con Rivista Undici e GQ. Ha scritto Sotto copertura (Piemme 2002), Duellanti (Baldini&Castoldi 2016), La storia del calcio in 50 ritratti (Centauria 2019) e Porte aperte (Baldini&Castoldi 2020). Con Francesco Totti ha scritto Un capitano (Rizzoli 2018), rimasto in testa alla classifica dei libri più venduti in Italia per due settimane, unico volume a tema sportivo ad esserci mai riuscito. Da questa autobiografia sono stati tratti il docufilm Mi chiamo Francesco Totti e la serie Speravo de morì prima. Dal 2010 rappresenta l’Italia nella giuria del Pallone d’oro di France Football.

Jvan Sica

Scrive di sport per il web, il teatro, il cinema e la televisione. Nella vita vera lavora in azienda. I suoi ultimi libri sono stati Garincia e 1977. L’anno dei tre campioni (scritto con altri due autori). L’ultimo spettacolo teatrale è Berlino 1936, gli ultimi film Maradonapoli e Gigi. Federico Buffa gli chiede una mano per i suoi programmi, ma poi è il suo genio a fare tutto. Co-ideatore e autore delle Football City Guides, prime guide turistico-calcistiche esistenti al mondo. È stato articolista per la Gazzetta dello Sport, come curatore della rubrica Last 50 FIFA. Cura il blog Letteratura sportiva e scrive per Fanpage, GQ, L’Ultimo Uomo e Quattrotretre. È presidente del Centro Studi Diego Armando Maradona e collabora con la cattedra di Sociologia della cultura sportiva all’Università di Salerno. Collabora con Offside Italia e tiene il primo Book Club dedicato alla letteratura sportiva. Da giovane voleva diventare il nuovo Bortolazzi, oggi passa troppo tempo alla scrivania e pensa che la letteratura sportiva sarà il genere degli anni ’20.

Fabio Fanelli

Autore e copywriter, si occupa di scrittura per format, cinema e pubblicità. Ha collaborato con Deejay TV e scritto la serie Non cresce l’erba per MTV. Con l’agenzia Miyagi ha sviluppato format web e TV per Inter Media House. Nel 2014 ha lavorato al documentario sportivo Una meravigliosa stagione fallimentare, vincitore del 11mm Film Festival di Berlino, dell’Italian Sport Awards e dell’OFFSide Football Film Festival di Milano. Per il progetto MondoFutbol ha partecipato al video progetto Road to Russia, in avvicinamento al mondiale di calcio maschile del 2016 e curato il reportage La Russia che non vediamo per Style Magazine. Ha scritto per Linus e Rivista Undici. Ha studiato sceneggiatura alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano.

Federica Seneghini

È giornalista del Corriere della Sera dal 2012. Lavora nella redazione online ed è a capo della squadra social del quotidiano di via Solferino. Insegna Giornalismo e Prodotti digitali al master di giornalismo dello Iulm. Nel 2020 ha pubblicato il romanzo storico Giovinette, le calciatrici che sfidarono il Duce (Solferino), la storia vera della prima squadra femminile di calcio d’Italia, stroncata dal fascismo nel 1933.

Isabella Ferretti

Avvocato per formazione, editore per passione. Dopo la laurea in giurisprudenza, perfeziona i propri studi nel Regno Unito e in USA, specializzandosi nei diritti sulla proprietà intellettuale e dei mercati finanziari. Trascorre diversi anni a Londra come libera professionista in uno studio della City. Successivamente, a New York, è general counsel di un broker dealer attivo nello scambio dei derivati di credito. Tornata in Italia, entra in ABI – Associazione Bancaria Italiana. Nel 2008 fonda, insieme a Tomaso Cenci, 66thand2nd. Condensato degli anni vissuti all’estero, 66thand2nd nasce con l’idea di portare in Italia la letteratura sportiva di matrice anglosassone, che spazia tra fiction e literary non-fiction, inclusi bio e memoir di grandi campioni e indimenticabili eventi sportivi. In questi tredici anni di attività, come AD e direttore editoriale della casa editrice, ha percorso chilometri nelle pagine piene di storie legate allo sport e non intende fermarsi: fare sport con le parole è l’allenamento più bello che c’è.

Michele Dalai

Ha fatto l’editore, lo scrittore, il conduttore televisivo e radiofonico. Ha mosso i suoi primi passi nella casa editrice di famiglia, Baldini & Castoldi. Dopo aver diretto il mensile Linus con Andrea Agnelli e Davide Dileo (Boosta), ha dato vita a add editore, progetto da cui è poi uscito per rifondare e dirigere Baldini & Castoldi. Con il virologo Roberto Burioni ha fondato il portale di informazione medico-scientifica Medical Facts. Ha curato rubriche fisse su quotidiani e periodici e ha pubblicato tre romanzi, un saggio e un libro di favole per bambini. Autore per TV e radio, ha scritto e condotto documentari e programmi come Ettore (su Rai Radio2), Un caffè con Ettore (su Rai 2), L’Italia non finisce mai (su Rai 1), Lights, Camera, Revolution! (Discovery). Ha ideato e condotto podcast per Audible, Storielibere e Radio24.

CALENDARIO

Da segnare in agenda

Le lezioni saranno in streaming, dalle 18 alle 20.30, in questi giorni:

Per ogni dubbio

rispondiamo qui