Qui le iscrizioni sono chiuse. Ci sono tantissimi altri percorsi che iniziano, però, e si trovano in quest’altro luogo. Per rimanere al passo con tutto quel che succede a Scuola, invece, il modo più veloce è Glass, la nostra newsletter.

Scrivere un podcast

con Massimiliano Coccia

DAL 10 DICEMBRE 2021 AL 4 MARZO 2022 IN STREAMING SCRITTURA

Ascoltare un podcast può trasportarci in universi molto distanti. Può farci tornare nella Bassa Modenese della fine degli anni ‘90, raccontata da Pablo Trincia e Alessia Rafanelli in Veleno, o nella storia italiana dell’ultimo mezzo secolo, come in Carla, una ragazza del Novecento di Sara Poma. Può condurci in un viaggio nella cultura americana di massa, come Pop Corn di La McMusa, o ribaltare l’idea che avevamo della Storia e dei suoi luoghi comuni, come le conferenze di Alessandro Barbero. I podcast sono poliedrici e perfetti per quando si hanno le mani occupate e la testa libera.

Il podcaster è oggi un lavoro a tutti gli effetti, grazie anche agli investimenti pubblicitari e all’aumento degli ascolti. Ma scrivere un podcast non significa scrivere un discorso, o un racconto, o tanto meno andare a braccio. Esistono regole di scrittura codificate, che partono dalla propria vocalità interiore e dal modo di raccontare il mondo ad alta voce, per mettere insieme una narrazione udibile, che entri nell’animo degli ascoltatori.

In questo percorso si partirà dalle radici dell’oralità, per poi studiare le diverse tipologie di podcast. Si insisterà sul potere evocativo della parola e, con esercizi pratici, si imparerà a scrivere in modo da far interagire tra loro la voce, la musica e i suoni, in perfetto equilibrio.

Le lezioni saranno in streaming, in modo da creare una classe virtuale (poi spiegheremo come collegarsi alla piattaforma); gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione (perché era assente o magari distratto: capita).

PROGRAMMA

Da Omero al podcast

  • Una breve storia dei mezzi di comunicazione orale e la loro adattabilità al mondo che cambia. In questa lezione introduttiva si vedrà come il medium vocale sia storicamente quello che si adatta di più al racconto della storia del quotidiano e del reale. Si comprenderà come la società delle immagini debba necessariamente basarsi su quella della parola e come il tappeto sonoro della nostra vita sia essenziale per costruire idee, ricordi e azioni.

Il linguaggio radiofonico

  • La madre del podcast è la radio, che ha creato nel corso del tempo una platea solidissima di ascoltatori. Si farà una disamina del linguaggio radiofonico, l’utilizzo della voce e il suo rapporto con la parola scritta, e si vedrà quanto il linguaggio radiofonico ha in comune con quello del podcast e come, a livello internazionale, cambia il rapporto tra forma e tema trattato.

Il podcast originale. Nascita ed espansione commerciale

  • In questa lezione si analizzerà la differenza tra il podcast originale e un podcast creato come archivio di un contenuto radiofonico. Si scoprirà la storia del format e i suoi inizi negli Stati Uniti e nel Regno Unito, cercando di comprendere la differenza tra il mercato delle multi piattaforme visive (Netflix, Amazon Prime) e quello delle piattaforme audio.

Scrivere con la voce

  • Nella società della comunicazione spesso ci si interroga su come il potere evocativo della parola passi dalla forma scritta alla forma parlata: dunque vedremo come ricostruire questo meccanismo creando il copione di un podcast, e simulando tre diverse tipologie di trasmissione: culturale, di intrattenimento e di informazione. La classe sarà divisa in tre gruppi, con tracce di lavoro differenti. Ogni squadra lavorerà sui fondamenti comuni della comunicazione fonetica e elaborerà un format originale.

Il tappeto sonoro

  • Un podcast è l’interazione e l’equilibrio tra voce, musica e suoni. Partendo dal lavoro di creazione dei copioni iniziati nella lezione precedente, si capirà come intervenire sul tappeto sonoro di un testo, come ricercare rumori e suoni che amplifichino il messaggio, come selezionare le musiche che possono fare da sottofondo alle storie e al racconto.

Laboratorio di lettura del copione

  • Un copione si deve leggere o interpretare? Come dare il giusto risalto alle parti che riteniamo evocative? Come trasmettere il giusto ritmo della lettura?
    Si cercherà di rispondere durante esercitazioni pratiche che consentiranno di riadattare i testi in base alle esigenze fonetiche del podcast, strutturandolo dall’inizio alla fine, in modo originale.

Dal singolo podcast alla serialità

  • Una volta scritta la puntata pilota di un podcast, si passerà alla creazione di una serie seguendo l’orientamento scelto dai tre gruppi. Questo passaggio servirà a prendere confidenza con gli elementi del copione ricorrenti, con la scrittura del podcast nel suo equilibrio complessivo.

Esperienze a confronto

  • In questa lezione si avrà la possibilità di dialogare con alcuni podcaster che nel corso degli ultimi mesi hanno dominato le classifiche di ascolto:
    1. Cecilia Sala – Polvere (Prodotto Huffpost)
    2. Roberto Saviano – Le mani sul mondo (Audible)
    3. Francesco Costa – Da Costa a Costa (Piano A)
    4. Massimo Temporelli – Fottuti geni (storielibere.fm)

Una voce è un mondo: istruzioni di utilizzo

  • La voce, questa sconosciuta: come usarla (introduzione pratica)
  • I cambi di tono e di interazione
  • Fare un podcast non è leggere, non è recitare, non è chiacchierare: come far vivere le parole

Lavoro di restituzione finale

  • I corsisti avranno la possibilità di esporre il loro progetto di podcast ideato durante il corso, condividendo i file dei loro primi esperimenti di podcast

IN CATTEDRA

Massimiliano Coccia

Ha lavorato dal 2015 al 2021 per Radio Radicale, attualmente scrive su L’Espresso dove si occupa di inchieste e reportage su corruzione, mafie ed estrema destra. È autore del podcast Amen e curatore della rassegna stampa giornaliera Quarto potere, entrambi prodotti da StorieLibere.fm. Ha vinto il Premio giornalistico Pietro Di Donato e il Roma Best Practices Award.

CALENDARIO

Da segnare in agenda

Le lezioni saranno in streaming, dalle 19 alle 21, in questi giorni:

Per ogni dubbio

rispondiamo qui