Come funziona Holden Over 30

definiamo le regole e i giocatori in campo

tennis-870x490
Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Al momento dell’iscrizione, puoi scegliere in quale dei due College farai il tuo viaggio.
Alcune lezioni saranno specifiche del tuo College, mentre in altri momenti farete lezione tutti insieme.

 

Ci sono 15 ore di lezione per 8 fine settimana:

  • venerdì, dalle 14 alle 18;
  • sabato, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 18;
  • domenica, dalle 9.30 alle 13.30.

 

I COLLEGE

 

STORYTELLING
Imparare a raccontare se stessi, il proprio lavoro, il mondo

Inizia tutto da qui: raccontare storie è un gesto antichissimo, umano, essenziale. In questo College non si sta attorno a un fuoco, come facevano i nostri antenati, ma si impara come funzionano oggi le storie sul web, al cinema o sui social network, oltre che nei libri, ovviamente: non pensare che in questo College non si scriva. Proprio per questo, Storytelling ha due Maestri: uno che si occupa del percorso di scrittura, e l’altro per andare alla scoperta di altre tecniche di narrazione. L’obiettivo è diventare narratori del nostro tempo: perché le storie sono fatte di parole, ma non solo. E se quelle che hai dentro pulsano così forte che un foglio di carta o un file sul pc non riescono a contenerle, questo è il percorso giusto per te.

 

MAESTRI

Giuseppe Mazza si occuperà del percorso legato alle tecniche di narrazione che vanno al di là delle parole scritte – tutto ciò che non rientra nella categoria “Racconto & Romanzo”, per capirci.

Mazza ha scritto per Cuore, Comix e Smemoranda. Ha lavorato per Saatchi & Saatchi, cominciando come copywriter fino a diventare direttore creativo, e le sue campagne di comunicazione hanno vinto molti premi nazionali e internazionali. Nel 2008 ha fondato Tita, l’agenzia pubblicitaria che tuttora dirige, ed è un suo progetto anche Bill, trimestrale sulla pubblicità contemporanea (si chiama così perché è dedicato a William “Bill” Bernbach, “il più grande tra i Mad Men”). Collabora con il Venerdì di Repubblica e ha un blog su Doppiozero. Ha scritto un libro per bambini, Un foglio più un foglio, arrivato in finale al CJ Picture Book 2009, e nel 2014 ha curato per Franco Angeli Bernbach: pubblicitario umanista, la prima raccolta al mondo dei testi originali di Bernbach.

 

Il percorso di scrittura sarà condotto invece dallo scrittore Pietro Grossi. Ha esordito nel 2000 con Touché (Pagliai Polistampa). Dal 2001 al 2002 si è trasferito a New York, ha studiato regia e religioni comparate, e ha lavorato con una società di produzione cinematografica e come traduttore. Tornato in Italia ha fatto il correttore di bozze, il barman, il traduttore e infine il copywriter per un’agenzia pubblicitaria. Nel 2006 esce Pugni (Sellerio), raccolta di racconti con cui vince moltissimi premi (tra cui il Premio Chiara, il Premio Fiesole Narrativa Under 40, il Premio Campiello Europa 2010 e arriva finalista all’Independent Foreign Fiction Prize). Il suo secondo romanzo è L’acchito (Sellerio, 2007). Con il libro Incanto (Mondadori, 2011) ha vinto il Premio Nazionale Letterario Pisa 2012 per la Narrativa, mentre nel 2015 ha pubblicato L’uomo nell’armadio (Mondadori). Il suo ultimo romanzo è Il passaggio (Feltrinelli, 2016).

 

SCRIVERE
Racconto, Romanzo & Tutto il resto

Scrivere, ossia prendersi cura delle parole. In questo College si impara a padroneggiare la scrittura non soltanto per scrivere racconti e romanzi, ma allenandosi ad applicarla in qualunque ambito professionale: dai bugiardini dei medicinali alle poesie.

Ci saranno anche incursioni nel cinema e nel teatro, perché le regole che funzionano sullo schermo sono molto simili a quelle nascoste tra le pagine, e perché ogni tanto le parole si stufano, a rimanere intrappolate sulla carta. Ci sono molti modi per farle viaggiarle lontano, e qui li sperimenterai tutti.

 

MAESTRO

 

Giorgio Vasta (Palermo, 1970) ha pubblicato Il tempo materiale (minimum fax, 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011 e  pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra), Spaesamento (Laterza, 2010), Presente (Einaudi, 2012, con Andrea Bajani, Michela Murgia e Paolo Nori). Con Emma Dante ha scritto la sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013). Collabora con la Repubblica, Il Venerdì, Il Sole 24 Ore e il manifesto, e scrive sul blog letterario minimaetmoralia.com. Il suo ultimo libro è Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani (Quodlibet, 2016), realizzato insieme al fotografo Ramak Fazel.

 

 

FUORIPISTA

 

Un viaggio senza imprevisti o deviazioni inaspettate non è un viaggio. Ogni tanto, quindi, ci saranno dei piccoli deragliamenti rispetto al percorso segnato dal College: è un’opportunità in più, per allenarsi ad allargare lo sguardo. Potrai affacciarti su panorami imprevisti dello storytelling: e se scoprirai un paesaggio che ti piace, sicuramente prima o poi tornerai ad approfondire l’argomento.

 

 

CON CHI ANDRAI FUORIPISTA?

 

Gino Ventriglia Sceneggiatore, story editor e script consultant per il cinema e la tv. Ha scritto e prodotto film e serie come Squadra Speciale Scomparsi, Una donna per amico, Trenta righe per un delitto, Arrivederci amore ciao e Un posto al sole. Insegna drammaturgia e linguaggio cinematografico ai corsi Rai-script, alla Holden e al Centro Sperimentale di Roma.

 

Marco Damilano è giornalista e, dal 2015 vicedirettore de l’Espresso, dove lavorava come cronista parlamentare. È ospite fisso della trasmissione Gazebo, condotta da Diego Bianchi (in arte “Zoro”) su Rai 3 e opinionista dei programmi politici di LA7. Tiene un blog sul sito dell’Espresso, Finemondo, e il suo ultimo libro è La Repubblica del Selfie. Dalla meglio gioventù a Matteo Renzi (Rizzoli, finalista premio Estense 2015).

 

Giulia Ichino ha cominciato a lavorare per la Mondadori come correttrice di bozze e in seguito è diventata caporedattrice e poi editor. È stata a lungo il braccio destro di Antonio Franchini, scrittore ed editor di culto. Nel 2015 ha lasciato la Mondadori e lavora per la casa editrice Giunti.

 

Leonardo Staglianò è uno scrittore con la valigia sempre in mano. Ha studiato filosofia all’Università di Firenze, scrittura alla Scuola Holden e dramatic writing alla New York University. Ha scritto il dramma teatrale Cashmere, WA (Premio Diego Fabbri 2012) e il lungometraggio Yuri Esposito (vincitore Biennale College 2013), presentato alla 70° Mostra del Cinema di Venezia. Lavora come story editor per vari enti e organizzazioni, fra cui NisiMasa, IDM Alto Adige e Torino Film Lab.

 

Aaron Ariotti è uno sceneggiatore. Ha lavorato principalmente per la televisione (Ugo, Don Luca II, Grandi domani, Centovetrine, Sottocasa, I Cesaroni, Il tredicesimo apostolo, Denaro Rosso Sangue). Attualmente insegna alla Holden e collabora con la scuola Belleville di Milano e l’Università La Sapienza di Roma.

 

Elena Varvello ha pubblicato le raccolte di poesie Perseveranza è salutare (Portofranco, 2002) e Atlanti (Canopo, 2004). Con i racconti L’economia delle cose (Fandango, 2007) ha vinto il Premio Settembrini, è stata selezionata dal Premio Strega e nel 2008 ha vinto il Premio Bagutta Opera prima. Nel 2011 ha pubblicato il suo primo romanzo, La luce perfetta del giorno (Fandango). Per Einaudi ha pubblicato La vita felice (2016).

 

Luca Scarlini Drammaturgo, scrittore, performer, collabora con case editrici, teatri e musei in Italia e all’estero. Insegna all’Accademia di Brera e in altre istituzioni e collabora con Radio3. Ha scritto numerosi saggi, l’ultimo è Ziggy Stardust. La vera natura dei sogni (ADD Editore). Scrive anche su “Alias” del Manifesto e su “L’Indice dei Libri del Mese”.

 

Sandrone Dazieri è scrittore, giornalista e sceneggiatore per il cinema e la tv. Nel 1999 pubblica il suo primo romanzo noir, Attenti al Gorilla: in seguito, viene nominato responsabile dei Gialli Mondadori, e poi dei libri per edicola. Per il cinema ha scritto La cura del Gorilla, tratto dal suo secondo romanzo e interpretato da Claudio Bisio, L’ultima battuta, Un gioco da ragazze, ed è stato per due anni story editor per Colorado Film. È consulente per la narrativa Mondadori e dal 2012 è responsabile della collana Young Adult di Fabbri. Il suo ultimo libro è L’angelo.

 

 

E per chi ha già seguito un anno di Holden Over 30?

Niente panico, il viaggio non finisce: ci si può iscrivere al secondo anno, e seguire un percorso di studi più mirato.
Piano piano avrai mappe sempre più dettagliate, farai esperienza, porterai a termine nuovi progetti, tenendo saldamente per la coda i sogni e le aspirazioni che ti hanno guidato fin qui. Finché il mondo della narrazione sarà un posto familiare, in cui ti saprai muovere anche da solo.

Holden\
Da Holden Over 30 a DieciCento
18-11-2016

hemingway-holden-over-30

 

Capita che tra i banchi di Holden Over 30 nascano romanzi, film, racconti. E anche riviste. Abbiamo intervistato Nicola Feo, uno dei due fondatori di DieciCento.

Continua a leggere

The Newsroom, dal vero: Gianluigi Nuzzi in streaming
25-10-2016

 

Ogni tanto trasmettiamo in streaming lezioni di grandi Maestri della narrazione e altri incontri speciali con professionisti internazionali e italiani, che arrivano dai mondi e dalle esperienze più diverse. Martedì 25 ottobre, dalle 12, trasmetteremo in streaming, in collaborazione con il nostro partner tecnologico TIM, la lezione di Gianluigi Nuzzi.

Continua a leggere

Il futuro è adesso: il mondo nell’era della Virtual Reality – Michel Reilhac in streaming
17-10-2016

 

Ogni tanto trasmettiamo in streaming lezioni di grandi Maestri della narrazione e altri incontri speciali con professionisti internazionali e italiani, che arrivano dai mondi e dalle esperienze più diverse. Martedì 18 ottobre, giornata inaugurale di Holden Start, trasmetteremo in streaming, in collaborazione con il nostro partner tecnologico TIM, la lezione di Michel Reilhac, Maestro del College Digital.

Continua a leggere