Descrizione

Smontare un gioco

con Andrea Chiarvesio

DA GUARDARE QUANDO VUOI ONLINE  LA MECCANICA DELLE STORIE

Quando apri la scatola di un gioco da tavolo, di solito dentro ci trovi dadi, pedine, carte, forse un tabellone, un foglio con le regole. Come si fa a trasformare quelle poche, semplici cose, nei bastioni di un mondo inventato, a cui siamo disposti a credere e che scatena la nostra fantasia, portandoci a immaginare noi stessi e le persone che giocano con noi come i protagonisti di un’avventura?

Come si costruisce la complicata architettura di regole che tengono in piedi questi mondi fantastici, in cui possiamo entrare tutte le volte che vogliamo? Perché nella scatola abbiamo trovato proprio quel numero di carte, perché proprio quel tipo di dadi e di pedine?

Le domande a cui rispondere sono tantissime: partiremo dall’analisi di Kingsburg e Game of Thrones e cercheremo, insieme, di capire cosa determina le scelte che fanno i game designer, gli inventori dei giochi. Scoprirai che prima di diventare una bella scatola sullo scaffale di una ludoteca, i giochi da tavolo sono sogni, avventure, storie, e che i primi a giocare e a raccontarsi le imprese fantastiche sono proprio gli autori che se li inventano.

Questo corso fa parte de La Meccanica delle Storie, un ciclo di lezioni dedicate a ragazzi e ragazze del liceo, dai 14 anni in su, pensate per smontare e rimontare ogni tipo di storia – come fosse un motore o un ingranaggio di precisione.

Ogni percorso prevede due video lezioni, che potrai guardare e riguardare quando e dove vuoi.

IN CATTEDRA

ANDREA CHIARVESIO

Dopo alcune esperienze lavorative in Wizards of the Coast e Upperdeck, dal 2005 è game designer, prima come freelance e ora per una delle aziende più importanti del mondo ludico, la CMON. Tra i suoi titoli più importanti ci sono Kingsburg, Olympus, Wizards of Mickey (tutti e tre vincitori del Best of Show di Lucca Games & Comics), Hyperborea, Signorie e i recenti Warstones e Richard the Lionheart, Munchkin Dungeon e Wacky Races.

Non avrai mica dei dubbi?

contattaci