Assurdo incomprensibile

Allora facciamo così: taglio tutte le cazzate retoriche che ti diranno tutti. Che finisce (come ogni cosa, giusto?), che un giorno rimpiangerai questi momenti (si può essere più stupidi di così?), che andrà tutto bene (ma che ne sanno?), che nella vita gli esami non finiscono mai (e questo dovrebbe confortarci?), che dopo tutto questo potrai mandare affanculo molta gente (questo già è più confortante, vero?), che ti aspettano tre mesi di meritatissimo cazzeggio (e ci mancherebbe), forse gli ultimi prima della pensione (buuuuuu).

Dicevo che taglio su tutte queste cazzate retoriche per focalizzare la tua attenzione sull’unica cosa importante: l’ornitorinco. Questo esame è esattamente così: decisamente strano, incomprensibile nella sua assurdità, a volte velenoso.

Ma alla fine, anche se è poco più di una lontra, puoi considerarti fortunato se riesci a vederlo.

Quindi complimenti, e comunque vada a finire, non dimenticare di farti una bella risata.

Simone Aragona