Accidenti, le iscrizioni sono chiuse. Ci sono tantissimi altri percorsi che iniziano, però, e si trovano qui. Per rimanere al passo con tutto quel che succede a Scuola, invece, il modo più veloce è Glass, la nostra newsletter.

Bussole
Anatomia di una scrittura felice

con Luciana Maniaci e Francesco D’Amore

corso riconosciuto dal Miur, si può usare la Carta Docente

DAL 27 APRILE AL 9 GIUGNO 2022 IN STREAMING  NARRAZIONE

Italo Calvino diceva: “Scrivere è sempre nascondere qualcosa, in modo che poi venga scoperto”. E scrivere è anche, inevitabilmente, nascondere nelle proprie storie una parte di sé, un tratto caratteristico, una passione inespressa, una paura soffocata.

In sette incontri, si scomporrà il corpo della scrittura, come in un corso di anatomia.

Un testo è come un organismo che si muove e respira, che possiede gambe, cuore, mente, occhi. Un complesso di desideri, pensieri e anima attraverso cui poter pronunciare la parola “io”.

Le lezioni si terranno in streaming, in una classe virtuale (poi spiegheremo come collegarsi alla piattaforma); gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione (perché era assente o magari distratto: capita).

PROGRAMMA

Primi passi
  • Una storia comincia quando si sente che sta per iniziare qualcosa, un cambiamento o un nuovo capitolo nella propria vita. L’arte di cominciare. Una storia si costruisce a partire dall’incipit. C’è già tutto, in un inizio: stile, ritmo, direzione.
CUORE CHE PULSA
  • Al centro di una storia c’è un pensiero, un discorso. Un tema. Così come nella vita si attraversano questioni sempre diverse (la paura, l’amore, l’abbandono, la felicità), anche nella scrittura si affrontano temi profondi. Qui si imparerà a farlo con leggerezza e con precisione.
UNA MENTE COMPLESSA
  • I conflitti della vita sono ciò che spesso dà energia e spinge a muoversi. Allo stesso modo, nella teoria narrativa, la legge del conflitto è tutto. Si sviluppa così l’arte di creare i conflitti giusti, senza farsi divorare. Il segreto per una scrittura felice sta nel saper controllare il caos nella propria testa e in quella dei propri personaggi.
LINGUA CHE BATTE
  • Lo stile in scrittura è come il carattere nella vita: dice chi si è, espone un modo di stare al mondo. Qui si affronteranno insieme tutte le volte che nella vita non si sono trovate le parole giuste per dire esattamente ciò che si vuole, le volte in cui si è riusciti a trovarle, le volte in cui si cercano. L’arte del dialogo.
LA GRANDE VISIONE
  • A volte si fa un un bilancio della propria vita e si vede tutto in sequenza, come un film. Un evento porta all’altro. È lo sviluppo della trama. Cosa deve vedere il lettore? E dunque: cosa vede lo scrittore? Guardare vuol dire tante cose: scoprire, capire, analizzare, ma anche avere una visione. Come si vuole far evolvere la propria vita? E la propria storia?
L’IO
  • In narratologia, protagonista è il desiderio, quello che muove il personaggio di una storia. Si vuole qualcosa e si agisce per ottenerla. Spesso non si sa cosa si vuole davvero, e così bisogna distinguere tra “desiderio consapevole” e “desiderio profondo”. Ci si chiederà, insieme, cosa si brama davvero, cosa si sogna. E, da questa domanda, ognuno costruirà se stessǝ e i propri personaggi.
RADIOGRAFIA LETTERARIA
  • L’ultimo incontro di questo percorso sarà un momento in cui condividere testi, emozioni, riflessioni. Sarà come farsi una foto o, ancora meglio, una radiografia. Come sempre, scrivere è un tentativo di vedere cose nascoste, guardarsi dentro in trasparenza. Dopo, si scoprirà di stare meglio, di sentirsi più presenti nel proprio corpo, nella propria vita.

IN CATTEDRA

MANIACI D’AMORE

Sono Luciana Maniaci (psicologa e psicoterapeuta) e Francesco d’Amore (editor coach), e hanno formato la loro compagnia nel 2009. Hanno vinto vari premi nazionali tra cui il Premio di Drammaturgia Il Centro del Discorso, il premio Scenari pagani, il premio Teatri del Sacro, il Premio Eurodram (European Network for drama in translation) e il Premio Solinas Idee per il cinema. I loro primi tre testi teatrali sono stati pubblicati da Editoria&Spettacolo nella raccolta Maniaci d’Amore – Trilogia del gioco. Nel 2019 hanno vinto il Premio ANCT, assegnato dall’Associazione Nazionale Critici Teatrali e il Teatro Stabile di Torino ha coprodotto il loro spettacolo Petronia. Oggi sono prodotti dal Teatro Nazionale di Genova.

CALENDARIO

Da segnare in agenda

Le lezioni saranno in streaming, in questi giorni e orari:

Per ogni dubbio

rispondiamo qui