Bussole
Imparare a scrivere dai grandi del ’900

con Giusi Marchetta

corso riconosciuto dal Miur, si può usare la Carta Docente

DAL 16 FEBBRAIO AL 6 APRILE 2022  IN STREAMING  SCRITTURA

Chi insegna letteratura sa che ci sono tanti, troppi testi che si sogna di leggere in classe, e il tempo a disposizione per farlo è divorato da compiti e interrogazioni. Ciascuno degli autori e delle autrici del ’900, però, può essere un’occasione per leggere e scrivere insieme, costruendo un dialogo tra le voci degli scrittori e quelle degli studenti.

In questo percorso si useranno le pagine dei grandi autori e delle grandi autrici del ’900 per divertirsi a scrivere (e a far scrivere). L’obiettivo è partire dai romanzi e racconti che hanno acceso il nostro amore per la letteratura, per riuscire a trasmettere sia la bellezza dei libri che amiamo, sia per far venire alla luce le storie che studenti e studentesse avevano dentro senza saperlo e che, forse, vorranno farci ascoltare prima di salutarci alla fine dell’anno.

Le lezioni si terranno in streaming, in una classe virtuale (poi spiegheremo come collegarsi alla piattaforma); gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione (perché era assente o magari distratto: capita).

PROGRAMMA

Pinocchio non deve andare a scuola e altri suggerimenti per chi insegna letteratura

  • La letteratura italiana di fine ’800 offre uno spaccato di società in cui donne e bambini non hanno quasi diritti: si vedrà cosa funziona ancora in Cuore di De Amicis e perché Pinocchio faceva bene a non andare a scuola.

Ma perché si studia sempre Manzoni?

  • Reinventare I Promessi sposi oggi appare necessario per salvare un classico da un pregiudizio in qualche caso meritato: si discuteranno strategie per accogliere Renzo e Lucia nel terzo millennio.

Questione di sguardo: da Rosso Malpelo a Greta Thunberg

  • Scegliere la voce narrante giusta non è sempre facile, eppure il punto di vista da cui si racconta la storia è fondamentale ed è in grado di cambiare tutto. Le pagine più belle di Giovanni Verga aiuteranno a scoprire come si costruisce la focalizzazione di una storia.

Simboli e segni: dalla poesia alla pagina

  • Ne I fiori del male c’è una ragnatela di simboli e suggestioni che troveranno risonanza nella poesia di tutto il ’900: attraverso l’uso dell’analogia si creano relazioni tra il mondo della realtà e l’oltre dell’immaginazione. In classe, si ruberanno le corrispondenze più suggestive a Montale, Pascoli, Penna, Rosselli, Sanguineti e ad altri poeti che hanno trovato il modo di esprimere ciò che non si sa come dire.

L’arte del racconto

  • Il racconto breve è una forma di narrazione che si costruisce attorno a un conflitto o a una forte idea centrale. A partire dalle opere di Calvino, Buzzati, Fenoglio, D’Arzo e Ortese, si scoprirà il meccanismo perfetto che regola alcuni dei loro racconti e, sul loro esempio, si costruiranno le fondamenta di una storia.

Lessico famigliare: le parole dell’amore

  • Nelle scritture del ’900 i rapporti d’amore e quelli affettivi vengono rappresentati in maniera complessa, e spesso parlano una lingua che unisce familiari e amanti ed esclude tutti gli altri. A partire dal romanzo di Ginzburg, si traccerà un percorso che, da Pasolini a Eduardo fino a Tondelli, chiede di interrogarsi sul proprio vocabolario affettivo e su come usarlo al meglio quando si scrive.

Morante: l’addio all’adolescenza

  • L’isola di Arturo non è solo uno dei più bei classici del ’900: è un esempio perfetto di romanzo di formazione in cui le scene più significative si intrecciano agli elementi secondari in modo impeccabile. Nella storia di emancipazione di Arturo, poi, è impossibile non trovare la stessa parabola affascinante e misteriosa che hanno percorso studenti e studentesse in procinto di abbandonare la “nostra” isola.

Scrivere è difficile

  • Ciascunǝ lavorerà su un testo del ’900 a propria scelta.

IN CATTEDRA

Giusi Marchetta

Nata nel 1982 a Milano e cresciuta tra Caserta e Napoli, vive a Torino dove lavora come insegnante di italiano in un Liceo artistico. Con la sua prima raccolta di racconti, Dai un bacio a chi vuoi tu, ha vinto il Premio Calvino nel 2007. Nel 2011 Rizzoli ha pubblicato il suo primo romanzo L’iguana non vuole a cui è seguito, nel 2018, Dove sei stata. È autrice del podcast Tutte le ragazze avanti su Spotify (dal libro pubblicato nel 2018 per ADD). Con il saggio Lettori si cresce (Einaudi 2015) e La scuola è politica (a cura di Simone Giusti, con Federico Batini e Vanessa Roghi) ha affrontato il tema della lettura e della scrittura a scuola.

CALENDARIO

Da segnare in agenda

Le lezioni saranno in streaming, dalle 18 alle 20.30, in questi giorni:

iscrizione

Per ogni dubbio

rispondiamo qui