iscriviti

Punto e a capo
Gli atteggiamenti inediti della comunicazione

con Paolo Iabichino e Alice Avallone

DAL 3 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2020 IN STREAMING  CORPORATE STORYTELLING

Le persone vogliono scegliere di aderire a dei marchi perché sono trasparenti, credibili e rispettosi degli stessi valori in cui anche loro credono.

PAOLO IABICHINO

Scrivere pubblicità è come far risuonare un diapason: è un fatto di frequenze e tonalità che devono far vibrare le corde di diversi interlocutori. Non c’è differenza tra scrivere un post per i social o uno spot per la TV, le regole sono le stesse. Ma prima di mettersi a scrivere, prima ancora di farsi venire un’idea e provare a dargli forma, bisogna imparare ad ascoltare il pubblico che vogliamo raggiungere, comprenderne la sensibilità, le richieste, i bisogni.

Questa è la differenza rispetto al passato: il terreno su cui atterrano i nostri messaggi. Il vecchio modello aziende / consumatori non esiste più, perché imprese e pubblico fanno parte della stessa comunità digitale, e le persone a cui ci rivolgiamo si aspettano di entrare in dialogo con i brand. Non sono più semplici consumatori da convincere: le persone vogliono scegliere di aderire a dei marchi perché sono trasparenti, credibili e rispettosi degli stessi valori in cui anche loro credono, e che molto spesso coincidono con una produzione che sceglie criteri di ecosostenibilità, con filiere certificate e sostenibili, che rispettano i lavoratori e che producono beni di qualità non destinati a una rapida obsolescenza.

Di più: questi valori devono essere le vere fondamenta delle aziende, perché i veri scopi per cui agisce un marchio sono più importanti di ciò che offre. Oggi per proporsi sul mercato bisogna entrare a far parte di un discorso culturale globale, in cui il pubblico ha lo stesso potere di parola dei colossi commerciali. E chi non è in grado di suscitare coinvolgimento, consapevolezza, curiosità e stupore (qualcosa di molto diverso dalla fidelizzazione), ha già perso in partenza.

La domanda da farsi, quindi, è: siamo ancora in tempo per cambiare il nostro modo di lavorare e, di conseguenza, di parlare al pubblico? È ancora possibile conquistare la consapevolezza e la sensibilità necessarie?

Insieme a Paolo Iabichino e Alice Avallone, questo percorso di studio si rivolge a chi scrive e racconta storie per la pubblicità e ha bisogno di fermarsi e fare una profonda riflessione sul suo mestiere. Trovare il giusto ritmo e tono di voce per riempire di significato i propri testi, restituendo il giusto respiro di ciò che vuole comunicare, è un po’ come dirigere un’orchestra. Il compito che ci aspetta è imparare a farlo senza stonature, ma con armonia, intuito, studio.

PROGRAMMA

Speech + Q&A con Paolo Iabichino

ore 19.00

  • Scrivere pubblicità è un fatto di frequenze e tonalità che devono muovere le corde di diversi pubblici. Non sono cambiate le regole, sono cambiati gli scenari, e c’è da fermarsi il tempo necessario a comprendere l’inedito. La teoria vuole che sia sempre un’idea a guidare le parole, ma prima serve imparare ad ascoltare e comprendere le differenti sensibilità dei nostri interlocutori. Che nulla hanno a che vedere con i target del mondo che fu.
  • Alla fine verrà dato spazio alle domande dei partecipanti, in modo da approfondire ulteriormente i temi in discussione.
Con Alice Avallone

? – Imparare a fare le domande necessarie

  • Intanto, non chiediamoci “quando finirà”, ma “come continueremo”.
Con Alice Avallone

! – Coinvolgere chi c’è oltre lo schermo

  • Basta call-to-action che cadono nel vuoto, studiamo a fondo le emozioni umane.
Con Alice Avallone

; – Lavorare le parole con la leggerezza

  • Che significa mescolare bene gli ingredienti che servono, non uno di più, non uno di meno.
Con Alice Avallone

: – Parlare in modo naturale, esatto, autentico

  • Ce lo eravamo ripromessi nel pre-Coronavirus, adesso è arrivato il tempo di farlo davvero.
Con Alice Avallone

…  – Esplorare l’inaspettato

  • E infine, uno sguardo al futuro: andiamo a caccia di insight, small data, trend.
Con Paolo Iabichino

ore 19.00

  • Incontro finale, per tirare le somme e concludere il cammino fatto insieme.

Le lezioni si terranno online, in streaming, in modo da creare una classe virtuale (poi ti spiegheremo come collegarti alla piattaforma).

IN CATTEDRA

PAOLO IABICHINO

In pubblicità dal 1990, Paolo Iabichino ha passato gli ultimi anni ai vertici di WPP come direttore creativo esecutivo di Ogilvy Italia. Ha inventato e declinato il concetto di “invertising” in un libro che è diventato un vero e proprio manifesto per un messaggio pubblicitario rinnovato e consapevole. Due volte giurato al Festival di Cannes, si occupa di creatività e nuovi linguaggi di comunicazione dentro e fuori i social media. Fa parte del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Storytelling dell’Università di Pavia ed è Maestro del College Story Design alla Scuola Holden. Nel 2017 ha pubblicato con Codice Edizioni Scripta Volant: un nuovo alfabeto per scrivere (e leggere) la pubblicità oggi. Hoepli gli ha affidato la direzione della collana “Tracce”, che vuole diventare un atlante del nostro tempo, scritto da pionieri ed esploratori e letto da chi continua ad aver voglia di percorrere nuove strade.

ALICE AVALLONE

Insegna alla Scuola Holden, dirige la rivista di antropologia digitale Be Unsocial e lavora come ricercatrice per aziende. Nel 2009 ha fondato il travel magazine digitale Nuok con il quale ha firmato tre guide di viaggio (Bur) e ha vinto numerosi riconoscimenti; tra questi il Premio WWW de Il Sole 24Ore, il Lovie Award e il The World Summit Youth Award organizzato dall’ONU. Nel 2018 ha pubblicato il primo saggio italiano sull’approccio netnografico People Watching in Rete. Ricercare, osservare, descrivere con l’etnografia digitale (Cesati). Inoltre, ha curato il libro Come diventare scrittore di viaggio (Lonely Planet) e ha scritto Immaginari per viaggiatori. Raccontare territori, luoghi e storie al turista (Cesati).

CALENDARIO

Segnalo in agenda

Gli incontri saranno online, in streaming: poi ti spiegheremo come collegarti alla classe virtuale.

Le lezioni con Iabichino saranno in comune per tutte le classi,
il mercoledì dalle 19 alle 21, sempre negli stessi giorni.
Le lezioni con Alice Avallone saranno in giorni diversi, a seconda della classe a cui si è iscritti.

La prima classe è al completo e farà lezione:
3 giugno, ore 19-21 (Iabichino); 10, 17, 24 giugno, 1 e 8 luglio, ore 19 – 21 (Avallone); 15 luglio, ore 19 – 21 (Iabichino).

Sono aperte le iscrizioni per la seconda classe, che farà lezione in questi giorni:

COME ISCRIVERSI

Tutto quello che devi fare

COSTO

500 euro | early bird fino al 27 maggio

600 euro | dal 28 maggio

QUANTE PERSONE

20 al massimo | per ogni classe

SCADENZA

1 giugno

Clicca il pulsante Iscriviti, aggiungi il corso al carrello e segui le istruzioni. Potrai pagare con carta di credito, PayPal oppure fare un bonifico.

Se hai dubbi o ti serve qualche informazione in più, scrivici a corporatestorytelling@scuolaholden.it.

iscriviti

Non avrai mica dei dubbi?

contattaci