Laboratori Selvaggi

I percorsi per le scuole di Merende Selvagge

Share:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Stanno per cominciare i corsi per le scuole di Merende Selvagge! 

Una programmazione di workshop strutturati (ma anche molto spettinati, ve lo diciamo subito). Pronti a scoprirli tutti? Cominciamo, allora!

 

STORIE E AVVENTURE SELVAGGE
martedì, mercoledì e giovedì

 

Storie Selvagge è il percorso-base di avvicinamento alla narrazione. È pensato per bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni. Come da tradizione, affrontiamo temi classici in modo giocoso e spettinato: insieme ai narratori Francesco Gallo e Domitilla Pirro, gli sbadigli in classe sono banditi!

Il percorso completo prevede 10 incontri. Potete seguirli tutti, o scegliere solo quelli che vi interessano. I testi e gli autori di cui parleremo durante il laboratorio, così come gli esercizi, cambieranno a seconda della classe: più siete bravi, più il gioco si farà difficile!

Ogni incontro dura 2 ore, dalle 10 alle 12 oppure dalle 14 alle 16. Obiettivo finale? Scrivere schede narrative, racconti, articoli, fumetti… e tutto quello che riuscirete a inventare!

 

Ecco i dieci incontri:

  • Il personaggio: di chi parliamo, quando parliamo di eroe?
  • Il punto di vista: dimmi come scrivi e ti dirò chi sei!
  • Che ingredienti abbiamo nel calderone delle storie? L’inizio, lo sviluppo, e il gran finale.
  • Bada a come parli: vale a dire, cimentiamoci con il dialogo.
  • Di quanti fili si compone una storia? Cucire la trama.
  • Lo stile: ovvero, raccontiamola bene e raccontiamola tutta.
  • Scrivere è… riscrivere: impariamo la revisione.
  • Scrivere con tutti e cinque i sensi: impariamo la descrizione.
  • Vampiri, astronavi, investigatori e cabarettisti… Cosa sono i generi letterari?
  • Un bel passo avanti: la restituzione collettiva. Il pubblico!

 

 

 

Le Avventure Selvagge sono brevi scorribande in territori specifici della narrazione. Ogni Avventura prevede 3 incontri da 2 ore ciascuno.

Potete scegliere di viverle tutte, oppure soltanto quelle che vi piacciono di più: ma se le scegliete tutte, vi aspetta un viaggio mirabolante nelle terre della narrazione.

Obiettivo finale: disegnare mappe, graphic novel, scatenare dibattiti, scrivere soggetti cinematografici, progetti di romanzi o videogiochi.

 

Ecco le proposte:

 

  • Il viaggio del Mini-Eroe
    Qui esploreremo il modello narrativo del Viaggio dell’eroe di Christopher Vogler, che scompone in tre atti (Partenza, Iniziazione, Ritorno) quasi tutte le storie che conosciamo e amiamo. In tre incontri affronteremo questi argomenti: l’Eroe, il Cattivo, e l’Intreccio.
  • ComiCollage
    Pensato per bambini dai 7 agli 11 anni, questa Avventura porta nel mondo del fumetto anche chi di disegno non vuol proprio saperne. Da Topolino a Sio, passando per Tin Tin e Charlie Brown, ComiCollage è l’unico processo di avvicinamento alla “gabbia disegnata” in cui non serve nemmeno essere capaci di tenere in mano una matita.
  • Mappe Selvagge: alla scoperta di Toorramoorra
    Stavolta il gioco prevede di raccontare una storia mai raccontata prima. Come? Inventando tutti insieme la mappa di un luogo inesistente – Toorramoorra, appunto – e in seguito popolandolo di personaggi e storie. Non avete idea di quante cose si imparano disegnando una mappa: si parte dall’ABC della narrazione fino ad arrivare ad argomenti sempre più complessi, e si vede subito se quello che inventiamo funziona o no.
  • Dibatto, quindi sono
    Una preziosa incursione – rarissima in Italia – nel terreno del debate team, con personalità esperte del settore. Per imparare a discutere, a difendere o a contestare un’idea, per provare a dimostrare una tesi o a riflettere sui pro e contro di una scelta, esercitandosi nell’ars oratoria.
  • Geostoria 3.0: Pocahontas mi ha aggiunto su Facebook
    Qui ci divertiamo a raccontare la storia e la geografia con pindaricissimi voli crossmediali: cosa sarebbe successo ai nativi americani se avessero avuto accesso ai social? Un approccio differente a due materie tra le più toste e sorprendenti.

 

 

PICCOLE ESPLORAZIONI
lunedì e venerdì

 

Per finire, ecco gli approfondimenti tematici. Ogni incontro dura 2 ore, dalle 10 alle 12 oppure dalle 14 alle 16. Ogni Esplorazione ha una lunghezza variabile: dalle 6 alle 2 ore.

E dove arriveremo? La meta finale sono sempre le storie: scrivere o inventare giornali, personaggi, favole alla rovescia, sperimentazioni teatrali…

 

  • Magia delle Storie… in classe – con Bombetta
    Bombetta (l’attore Davide Toscano) mescola lettura animata, teatro, kamishibai e tutta l’armonia delle Bombette Musicanti con l’aiuto di libri e albi illustrati.
    [3 incontri da 2 ore ciascuno]
  • Giochiamo al teatro – con Bombetta
    Il teatro è un gioco aperto e accessibile a tutti, ma – come ogni gioco – è una faccenda serissima. Questo è un laboratorio per aiutare i bambini a entrare in relazione superando difficoltà e paure. Stando insieme e divertendosi, i bambini sperimenteranno cosa si può fare con il corpo, la voce, gli oggetti…
    [3 incontri da 2 ore ciascuno]
  • Il Non-tiziario del Borgo – con Michele Cappetta
    Proviamo a smontare un telegiornale e a prenderlo (poco) sul serio. Creiamo un TG a modo nostro, che contenga proprio tutto (attualità, politica, cultura, spettacolo – anche il meteo!), inventandolo con estrema cura: le notizie sembreranno più vere del vero, e non saranno di certo noiose.
    [3 incontri da 2 ore ciascuno]
  • Dire, fare, assaggiare – con Margherita Restelli
    “Non lo voglio”, “Che schifo, puzza!”: è difficile far assaggiare qualcosa di nuovo a un bambino. In questo laboratorio osserveremo alcuni ingredienti comuni da un’angolazione inaspettata. Usando un senso per volta (escludendo il gusto!), riscopriremo profumi, colori, consistenze… e storie! A ogni bambino sarà affidato un ingrediente, che dovrà diventare il protagonista di una storia.
    [2 incontri da 2 ore ciascuno]
  • In scena – con Margherita Restelli
    Di certi film conosciamo i dialoghi a memoria, parola per parola. Ma come sono nate le scene che ci stanno così a cuore? Per scoprirlo, niente di meglio che provare a farlo! Quindi scriveremo una scena da film, e impareremo anche gli strumenti base che servono a uno sceneggiatore.
    [2 incontri da 2 ore ciascuno]
  • Fantasmi, Mostri, Lupi e Streghe – con Margherita Restelli
    Le fiabe sono piene di figure paurose. Per vincere la paura, però, c’è un trucco: conoscere i mostri da vicino. Prima scopriremo tutte le figure spaventose delle fiabe (anche quelle tramandate a voce, che non si trovano nei libri). Poi inventeremo un personaggio del terrore, con le peggiori caratteristiche possibili: e non sarà che, tutti presi dall’inventare un cattivone, ci dimenticheremo di averne paura?
    [2 incontri da 2 ore ciascuno]
  • JunioReporter – con la redazione di Turin is Turin
    Si comincia con un po’ di storia del giornalismo – dai graffiti rupestri ai giornali – e poi si passa alla pratica: ideazione, menabò, scrittura, impaginazione e titolazione di un giornale. I lavori finali saranno pubblicati sui siti della Holden e di Turin is Turin. Inoltre, le classi più grandi andranno a visitare il back office di turinisturin.com!
    [2 incontri da 2 ore ciascuno]
  • Munari, o la ginnastica della fantasia – con Diego Papaccio
    “Questa foto e questa canzone mi fanno venire in mente una storia; questo tema, invece, proprio non riesco a scriverlo…” Perché ci succede? Dalla fase di inventio alla narrazione, questo è un viaggio attraverso i metodi per allenare la creatività. Strumenti e trucchi utili per superare l’imbarazzo della pagina bianca, ma anche per rispondere alla domanda: e adesso?
    [2 incontri da 2 ore ciascuno]
  • L’Accademia dei Supereroi – con Simone Laudiero
    La saga creata da Simone Laudiero è pronta a incontrare da vicino qualche classe coraggiosa. A partire dalle avventure dei giovani protagonisti, l’autore de L’Accademia dei Supereroi discuterà con i ragazzi di curiosità, amicizia, responsabilità e perfino di coscienza civile.
    Sono le domande, prima ancora che le risposte, a farci crescere.
    [1 incontro da 2 ore]

 

 

 

E via così! Preparatevi all’avventura e dimenticatevi pure a casa spazzole, pettini e fermagli: laggiù, nelle impervie lande della narrazione, bisogna esser pronti a farsi scompigliare i capelli.

E soprattutto, le idee.

 

Se avete trovato quello che fa per voi, chiamateci, scriveteci, cliccateci, ma soprattutto veniteci a trovare (chiedete di Roberta o Domitilla).

tel. 011 66 32 812 | frontedelborgo@scuolaholden.it

 

Piccola nota: in cima a questa pagina c’è un’illustrazione del libro Where the Wild Things Are (Nel paese dei mostri selvaggi) di Maurice Sendak. Spike Jonze l’ha trasformato in un film nel 2009. E, manco a dirlo, Dave Eggers ha collaborato alla sceneggiatura. In attesa di vederci ai laboratori, che ne dite di andare a ripescarvi libro e film?