Scrivere la ferita attraverso l’arte
Storie

con Domitilla Pirro e Valentina Manganaro

corso riconosciuto dal Ministero, si può usare la Carta Docente

DAL 25 SETTEMBRE AL 13 NOVEMBRE 2024

  8 LEZIONI

IN STREAMING

250 EURO

Un corso per insegnare al corpo docente a condurre un laboratorio sullo scrivere di sé, che intrecci suggestioni sia letterarie che figurative, rispettando le fragilità di ogni partecipante.

Viviamo nell’era della comunicazione per immagini: persino la nostra buona letteratura si muove seguendo il motto “show, don’t tell”. Nelle opere d’arte di qualsiasi epoca troviamo narrazioni efficaci e coerenti che ci parlano di emozioni, convinzioni e punti di vista.
Intraprendere un percorso sulla narrazione di sé significa innanzitutto provare a mettere a fuoco l’oggetto singolare della propria analisi primaria, un oggetto particolarmente inafferrabile perché nascosto sul fondo di uno specchio.

Dal “Diario di una scrittrice” di Virginia Woolf ai “Diari” di Kafka, il journal per esempio ha sempre rappresentato un momento — il momento per eccellenza — in cui l’autore impara a sottrarre l’incessante flusso delle cose allo scorrere dei giorni. Per farlo, è fondamentale una dote che già si possiede, insegue, affina: lo sguardo. Alleniamolo insieme, invitando il gruppo classe a raggiungere un compiuto prodotto narrativo finale (autofiction anthology), con l’aiuto di Giotto e di Edgar A. Poe, ma anche Isabel Allende e Cristiano De Majo, Violetta Bellocchio e Philippe Forest.

Le lezioni si terranno in streaming, in modo da creare una classe virtuale (il giorno prima dell’inizio del corso spiegheremo come collegarsi alla piattaforma). Gli incontri saranno anche registrati, nel caso in cui qualcuno voglia poi rivedere la lezione perché era assente o magari con la testa tra le nuvole: capita.

PROGRAMMA

IN CATTEDRA

DOMITILLA PIRRO

È giornalista pubblicista e direttrice creativa di Fronte del Borgo, dove tra le altre cose conduce un Osservatorio sulla Gender Equality gratuito per under 18. Con Sote’ ha vinto la quinta edizione del concorso 8×8 di Oblique Studio; suoi racconti sono usciti su Repubblica, Linus, Playboy, minima&moralia, abbiamoleprove, in Brave con la lingua (Autori Riuniti), su FilmTv, nella raccolta Women Writers // Italian Literature in Translation curata dall’IIC Londra, su L’inquieto. Con Francesco Gallo crea e anima Merende Selvagge, progetto didattico-narrativo per umani di varie dimensioni. Con Giuli Muscatelli fa deGENERat∃ – Il lato impresentabile del genere. Il suo primo romanzo Chilografia (effequ) è stato finalista al Libro dell’Anno 2019 di Fahrenheit – Radio 3 Rai. Il secondo romanzo, Nati Nuovi, è uscito nel 2021, sempre per effequ.





VALENTINA MANGANARO

Si forma come storica dell’arte a Siena e si abilita come insegnante di Storia dell’arte per le superiori. Nel 2016 si iscrive alla Holden, dove oggi insegna a trovare il giusto equilibrio tra la divulgazione culturale e la comunicazione efficace con i suoi laboratori per under 18. Ha scritto sulla rivista scientifica Prospettiva, ha pubblicato per il Dizionario Biografico Treccani e per le case editrici Olschki e Edifir.

CALENDARIO

Le lezioni saranno in streaming, dalle 18.00 alle 20.30, in questi giorni:

COME ISCRIVERSI

COSTO

250 | euro

QUANTE PERSONE

25 | al massimo

Per ogni dubbio